Background

Antica Tradizione - Arjuna

In piedi al grande carro da guerra Arjuna guardava a nord
Parenti ed amici sul fronte nemico si stagliano contro il sole
L'angoscia dipinta sul volto smarrito oppure la sua pietà
Arjuna ed il suo arco depose, ma non per viltà!

Della famiglia l'ordine è sacro, no, non si può sovvertire
Più che colpire un fratello in battaglia di certo è meglio morire
Distinguere tra caste di genti diverse è avere rispetto di sé
La mescolanza è il delitto più grande che c'è!

Kaurava e Pandava: un'unica gente dall'odio costretta a lottare
L'auriga del carro rivolto ad Arjuna lo invita ad ascoltare
Parole che sono come pietre scagliate che destano saggi ed eroi
Risvegliano lo spirito ariano che è dentro di noi!

Non ci saranno fratelli in battaglia, ma corpi che tu colpirai
La carne è caduta, lo spirito è eterno: chi cade non morirà mai
Nessuno uccide nessuno in battaglia, ma offre il suo dono agli dèi
È il dharma della stirpe di sangue degli indoeuropei!

Lanciati quindi in battaglia, Arjuna, ed ignora il piacere e dolore
Vittoria e disfatta, dimentica ed agisci soltanto a difendere l'onore
Affiancati dai desideri e dai frutti dell'atto che rifiuterai
Solo per il sacrificio tu lotterai!

Distacco e disinteresse illumineranno le tue virtù
Nel tendere forte quell'arco, la rabbia segnata dalla tua gioventù
La scimmia è l'insegna di quella bandiera che al vento garrisce già
È il drappo che porti nel cuore per l'eternità!
È il drappo che porti nel cuore per l'eternità!

Categories: Share

Leave a Reply

A.N.C. - Archivio Non Conforme
È attiva la moderazione dei commenti, qualsiasi commento che contenga insulti, bestemmie e volgarità non sarà pubblicato. Inoltre lo staff di Archivio Non Conforme non è responsabile del contenuto dei commenti lasciati da terzi!
Grazie, lo staff