Background

Massimo Morsello - Dove ghignano i ladri della tua libertà

Nella corsa di un fiume, nella sua libertà
Nella luce di un lume, nelle vecchie città
Nelle forti montagne dove l'aquila va
Tra le ricche campagne la mia anima sta
Dove l'ugola cresce forte e tuo figlio lo sa
E se vinci la morte tuo figlio vivrà!

Dove il mare spruzza forte quando l'aria vuole spezzare
Dove il sole vince l'oscurità e là camminavamo
Dormivamo sulla sabbia che ci bruciava i piedi e l'anima, la rabbia
Dove il vento fischia forte se l'ulivo vuole cantare, dove il sole vince la povertà!

Tra le strade sicure e le vecchie campane
Tra le Alpi mature e le serate romane
Sotto ai vecchi balconi, dentro le trattorie
Queste sorde canzoni diventate poesie!

Dove una sera ti scappa una canzone cantata in latino,
Dove un ricordo ubriaco ti viene a morire vicino
Dove ragazze con gonne a fiori che ballano sulla strada di pietra
Ed i loro dieci, cento, mille amori tra gli accordi di una cetra!

Dove la vendemmia è quasi un dono che viene del cielo
Dove il sorriso è un sorriso davvero
Dove i vecchi seduti sulla porta aspettano che il sole sia andato
È lì che tra fuoco e dolori ho lasciato il tuo sogno spezzato!

Dove la notte seduti negli occhi di chi si inietta la morte
Sotto un vento che fila sempre più forte
È lì che ora ghignano i ladri della tua libertà
È lì che ora ghignano i ladri della mia libertà!

Categories: Share

Leave a Reply

A.N.C. - Archivio Non Conforme
È attiva la moderazione dei commenti, qualsiasi commento che contenga insulti, bestemmie e volgarità non sarà pubblicato. Inoltre lo staff di Archivio Non Conforme non è responsabile del contenuto dei commenti lasciati da terzi!
Grazie, lo staff