Background

Massimo Morsello - Orfanotrofio

Villa Borghese, quanta gente ed ogni madre ha un figlio
Ed ogni figlio ha un padre che lo rialza quando cade
E quando dorme fa che di rumore non ce ne sia più!

E sul passaporto io ci ho scritto che mio padre è morto
Che di madre ce n'è una sola e la mia è nel cielo che vola
Alla mezza tutte le sere c'è la notte da scavalcare
C'è il futuro da ricordare di come si può fare!

Quando suona la campana ed è la fine della settimana
Accanto alla chiesa il campanile come due colpi di fucile
Scocca l'ora della messa ed è la fila per chi si confessa!

Villa Borghese, quanta gente ed ogni gesto è un gioco
Ed ogni gioco è allegro, ti rialzi quando cadi
Quando cadi gli sorridi e non ci pensi più
Sul passaporto io ci ho scritto che mi chiamo Alberto
E di cognome sin da bambino figlio di nessuno!

Quando suona la sirena è qualcuno che ci abbandona
E dentro la chiesa le canzoni, fuori la chiesa cento piccioni
Ogni corsa è una fatica alla conquista di una mollica!

Categories: Share

Leave a Reply

A.N.C. - Archivio Non Conforme
È attiva la moderazione dei commenti, qualsiasi commento che contenga insulti, bestemmie e volgarità non sarà pubblicato. Inoltre lo staff di Archivio Non Conforme non è responsabile del contenuto dei commenti lasciati da terzi!
Grazie, lo staff