Background

Leo Valeriano - Budapest

Sto sul monte e guardo giù,
dove stava una città:
sulle torri delle chiese strilla forte il gallo rosso!
Rosso è il cielo dalla fiamme, rosse le strade di sangue,
rossi sono i carri armati: sta bruciando Budapest!
Oh Budapest, Oh Budapest!
Soli abbiamo perduto,
erano in tanti a parlare,
quando non costava niente
ma adesso chi c’è a morire con noi?
Oh Budapest... Oh Budapest...
Tu borghese d’occidente,
tu hai moglie figli e amante,
le tue case sono calde
e non ti va di rischiare per Budapest.
Tu borghese d’occidente
hai raccolto sacchi d’oro
nati dal sangue magiaro
e poi ci hai incatenato al gigante dell’est!
Ed io ti accuso Occidente,
domani anche tu piangerai
come il pezzente magiaro da te abbandonato a Budapest.
Oh Budapest... Oh Budapest...
qui sul monte sto guardando
la fine di un’illusione
nata lungo il nostro fiume
e che muore assassinata con Budapest!

Categories: Share

Leave a Reply

A.N.C. - Archivio Non Conforme
È attiva la moderazione dei commenti, qualsiasi commento che contenga insulti, bestemmie e volgarità non sarà pubblicato. Inoltre lo staff di Archivio Non Conforme non è responsabile del contenuto dei commenti lasciati da terzi!
Grazie, lo staff