Background

Delenda Carthago - Il grido

Parliamo un po' amore mio, che cosa ti prende non so neanch'io
I miei pensieri si affollano, i miei occhi non vedono
Voglia di stringerti, di averti sempre accanto a me
Tu sei l'unica che forse capirai!

Il grido di libertà che non lo assopirà neanche chi vuol rubarci i sogni!
Il grido di libertà che non lo assopirà neanche chi vuol rubarci il futuro!

Ora ascoltami bene, amica mia, dentro queste parole c'è la nostra terza via
Ci hanno fatto male, l'hanno fatto a scuola tagliandoci le ali, giocando con la storia
Ora ti prego, lo sai, amore mio, vorrei che tu, come sto facendo io, pensassi un po' a chi sta morendo
Ragazzi persi in una galleria senza nessuno che li porti via!

Il grido di libertà che non lo assopirà neanche chi vuol rubarci i sogni!
Il grido di libertà che non lo assopirà neanche chi vuol rubarci il futuro!

Ora spero che tu abbia capito il grido che noi lanciamo è per chi non ci è caduto
L'Eden della droga con noi ha già perduto, non ci piegherà e il futuro ci sorride già
Stasera è primavera, qualcuno canterà: «Non droga, ma onore!»
Qualcuno forse capirà che conta più di uno spinello la mano di un fratello che mai ti lascerà!

Il grido di libertà che non lo assopirà neanche chi vuol rubarci i sogni!
Il grido di libertà che non lo assopirà neanche chi vuol rubarci il futuro!

Categories: Share

Leave a Reply

A.N.C. - Archivio Non Conforme
È attiva la moderazione dei commenti, qualsiasi commento che contenga insulti, bestemmie e volgarità non sarà pubblicato. Inoltre lo staff di Archivio Non Conforme non è responsabile del contenuto dei commenti lasciati da terzi!
Grazie, lo staff