Background

Ultima Frontiera - Ritorno in Istria

Colmiamo le coppe di freschi pensieri, lanciamo nel cielo i nostri cuori neri
Colmiamo le coppe di dolci emozioni, dei volti più cari, di sogni e canzoni
Versiamo per terra i ricordi amari, lacrime mai piante da riempire i mari
Leviamo le coppe al fratello che va, giammai il nostro affetto lo abbandonerà!

Stendiamo il suo corpo su un letto di fuoco, la notte rifulge trapunta di croco
Gridiamo il suo nome, affidiamolo al vento, lo sussurrerà dolcemente in ogni silenzio
Il nome risuona tra i boschi ed il mare, la terra fremente lo sta ad ascoltare
E l'Istria sorride coi suoi mille fiori dai colli alle acque ravviva i colori!

Di rosso e di azzurro la madre si adorna, festeggia suo figlio che da lei ritorna
Le voci dei padri sussurrano in Istria, dobbiamo far festa perché torna Cristian Pertan
Risuoni l'annuncio a Pizudo ed Umago, a Buje, a Rovigno, a Fiume, a Pirano
A Pola, a Cittanova, ad Abazia, a Pisino, Parenzo, Montona, fino in Ciceria!

Milioni di voci sussurrano in Istria, bisogna far festa, è tornato Cristian Pertan!

Categories: Share

Leave a Reply

A.N.C. - Archivio Non Conforme
È attiva la moderazione dei commenti, qualsiasi commento che contenga insulti, bestemmie e volgarità non sarà pubblicato. Inoltre lo staff di Archivio Non Conforme non è responsabile del contenuto dei commenti lasciati da terzi!
Grazie, lo staff