Background

Hispanicus - La prima alba del mondo

Siamo qui e penso che questo mare visto di notte dall'automobile
Sia inquieto come te, con i tuoi pensieri e gli umori, imprevedibile,
Ma chiudi gli occhi e stai con me in questa stanza e aspetti la prima alba del mondo!

E ora sai che c'è? C'è che sembrano distanti certe nuvole!
Ci sono io qui davanti e non sono favole!
Sei una donna, sai, sei una donna ormai e ti giuro paure tu non avrai, paure non avrai!

Squarcerò con raggi di sole anche il buio dei tuoi insicuri ricordi dell'amore
Ti darò dolcezze e calore, e stasera arrossita e stupita mi regalerai il tuo fiore
Spazzerò via incertezze, sorgerò come la prima alba del mondo!

E allora sai che c'è? C'è che sembrano distanti certe nuvole!
Ci sono io qui davanti e non sono favole!
Sei una donna, sai, sei una donna ormai e ti giuro paure tu non avrai!

E allora sai che c'è? C'è che sembrano distanti certe nuvole!
Ci sono io qui davanti e non sono favole!
Sei una donna, sai, sei una donna ormai e ti giuro paure tu non avrai, paure non avrai!

E la prima alba del mondo che di rosso tinge il cielo e questo candido lenzuolo
Non macchierà la tua purezza, poi ricevi una carezza con quel tuo sguardo da bambina
Innocente e stupefatto mentre chiedi se l'hai fatto, io sorrido, è un'emozione
Che lascia me senza parole e sarà dunque una canzone che fa: "Na, na, na, na, na"!

Categories: Share

Leave a Reply

A.N.C. - Archivio Non Conforme
È attiva la moderazione dei commenti, qualsiasi commento che contenga insulti, bestemmie e volgarità non sarà pubblicato. Inoltre lo staff di Archivio Non Conforme non è responsabile del contenuto dei commenti lasciati da terzi!
Grazie, lo staff