Background

Compagnia Dell'Anello - Giornate di settembre

Le giornate di settembre, mese dolce come il miele
Respirando fra le felci mi sentivo molto bene
Con mio padre camminavo, il suo fresco conversare
Mi faceva ricordare il profumo di lavanda, il profumo di Provenza!

Sulle orme del Barone Rosso si tentava di scalare
Quelle vette immacolate e imparare a meditare
Era solo per sfuggire alla noia industriale
Con la voglia di provare sensazioni naturali, sensazioni più normali!

Quasi come i vagabondi che cantava Jack Kerouac
Erravamo per rifugi, tre gioielli dentro il cuore
Prendevamo poi a ceffoni il borghese che era in noi
Schizofreniche emozioni, Dolomiti e Lagorai, Dolomiti e quanti guai!

Poi Nicola ci parlava del tantrismo tibetano
Il sufismo musulmano, esoteriche intuizioni,
Ma era roba di provincia, tagliatelle fatte al sugo,
Ma era comodo sognare, senza impegno riprovare, senza impegno abbandonare!

Leave a Reply

A.N.C. - Archivio Non Conforme
È attiva la moderazione dei commenti, qualsiasi commento che contenga insulti, bestemmie e volgarità non sarà pubblicato. Inoltre lo staff di Archivio Non Conforme non è responsabile del contenuto dei commenti lasciati da terzi!
Grazie, lo staff