Background

Ennessepi - Stornello

Passata ormai 'na vita e a me me pare ieri
Che t'ho vista a prima vorta, stavi lì coi tuoi pensieri
Eri sola, 'n po' sognante sulle scale daa fontana
 E io semplice passante e tu eri già lontana
Ad un tratto m'hai guardato come 'n furmine 'mprovviso
Me sentivo esplode er core, m'è scoppiato un paradiso
Una ciocca de capelli sulle guance bianche eppure
Poi di nuovo quer soriso e m'è esploso il paradiso!

E adesso che m'aritrovo qui allo specchio con la faccia un po' da fesso e ripenso a quante vorte t'avrei voluto chiamà amore!
E nun l'ho fatto mai pe' nun sembrà un poro cojone, er motto mio era sempre stato: "Né rimorsi né rimpianti"!
Ma poi sei annata via, saluti e baci a tutti quanti, e quella nave maledetta che me t'ha portato via!
L'occhi, er core, er tuo soriso, sale della vita mia, e a t'aritroverò stanotte nei sogni mia!

O Trilussa, o mio Trilussa, che me fai da compagnia
Coricato sur selciato fra 'mbriaconi e polizia
'Sta fiumana qua de gente che non gliene frega niente
Quali so i problemi mia, tanto passa e tira via
E 'sto povero cristiano che se deve da 'nventà
Gira co 'na bira 'n mano pe' provà a dimenticà
Quer soriso maledetto che un ber giorno poi j'ha fatto
M'hai visto pe' a prima vorta e nun me poi dimenticà!

E adesso che m'aritrovo qui allo specchio con la faccia un po' da fesso e ripenso a quante vorte t'avrei voluto chiamà amore!
E nun l'ho fatto mai pe' nun sembrà un poro cojone, er motto mio era sempre stato: "Né rimorsi né rimpianti"!
Ma poi sei annata via, saluti e baci a tutti quanti, e quella nave maledetta che me t'ha portato via!
L'occhi, er core, er tuo soriso, sale della vita mia, e a t'aritroverò stanotte nei sogni mia!

Ma la vita è questa co' 'sto strazio che ho ner core
Co' 'sta lacrima asciugata pe' provà a sarvà l'onore
Piagni pure si 'nte pensa, rompi tutto si 'nte passa
Pe' esse omo più de ieri serve un pugno nella panza
Avè perso e sofferto sulle scale de 'na fonte
Tra li vicoli der borgo, 'n mezzo agli angeli de 'n ponte
Basterebbe quel soriso a ricordà 'sto paradiso
Sento ancora il mio respiro, sento ancora che so vivo!

E adesso che m'aritrovo qui allo specchio con la faccia un po' da fesso e ripenso a quante vorte t'avrei voluto chiamà amore!
E nun l'ho fatto mai pe' nun sembrà un poro cojone, er motto mio era sempre stato: "Né rimorsi né rimpianti"!
Ma poi sei annata via, saluti e baci a tutti quanti, e quella nave maledetta che me t'ha portato via!
L'occhi, er core, er tuo soriso, sale della vita mia, e a t'aritroverò stanotte nei sogni mia!

Categories: Share