Background

Ennessepi - Cinquantatré


Mi porto dentro il ricordo di tanti anni fa, è stato bello marciare per la mia città
E sogno ancora quel dolce momento, mille ragazzi e il cuore mio in fermento
Ho ritrovato la mia città dall'altro lato del confine, che strano avvenire
Per la mia gente che ha sempre sofferto il piede sporco di sangue e di rosso!

Ricordo gente marciare nel Cinquantatré e le tue lacrime scendere sopra di me!
Trieste innamorata: è la tua gente, non ti ha mai abbandonata!

E ancora rido quando penso a te, alle tue strade, alle tue notti
Che illuminavano i miei pensieri che correvano su grandi velieri
E non scordarti quelle giornate strane quando ragazzi correvano armati
Di bandiere e di sogni dentro al cuore, questa la forza contro l'usurpatore!

Ricordo gente marciare nel Cinquantatré ed i mio urlo di gioia sopra di te!
Trieste sfortunata: è la tua storia, non l'ho mai dimenticata!

Ricordo gente marciare nel Cinquantatré e le tue lacrime scendere sopra di me!
Trieste innamorata: è la tua gente, non ti ha mai abbandonata!

Categories: Share

1 Commenti:

  1. Ho scoperto oggi "53". Ho pianto. Mio padre, nato nel '29 e morto nel 2000, era tra quei ragazzi. Si chiamava Mario. Onore a te, papà. Splendido pezzo. Grazie.

    RispondiElimina

Archivio Non Conforme
È attiva la moderazione dei commenti, qualsiasi commento che contenga insulti, bestemmie e volgarità non sarà pubblicato. Inoltre lo staff di Archivio Non Conforme non è responsabile del contenuto dei commenti lasciati da terzi.
Grazie, lo staff