Background

D.D.T. - Giarabub

Il sole, l'inverno, la fame e la sabbia, la luna, il deserto, la guerra e la rabbia
In 1.300 ci siamo ritrovati rinchiusi in quest'oasi dispersi ed assediati
I giorni sono lunghi ed i rinforzi distanti, ma senza un futuro noi guardiamo avanti
Schiacciati dal fuoco delle armate inglesi, in 1.300 non ci siamo arresi!

Colonnello, non voglio il pane, dammi il piombo del mio moschetto!
C'è la terra del mio sacchetto che per oggi mi basterà!
Colonnello, non voglio l'acqua, dammi il fuoco distruggitore!
Con il sangue di questo cuore la mia sete si spegnerà!
Colonnello, non voglio il cambio, qui nessuno ritorna indietro!
Non si cede neppure un metro se la morte non passerà!

I turni di guardia, il sonno leggero, la storia in quest'oasi si fa per davvero
E quando la lotta diventa più dura, su 1.300 nessuno ha paura
Gli ascari infedeli, gli attacchi a sorpresa, nel cielo di Libia una stella si è accesa
Se Dio ha già deciso come andrà a finire, in 1.300 siamo pronti a morire!

Colonnello, non voglio il pane, dammi il piombo del mio moschetto!
C'è la terra del mio sacchetto che per oggi mi basterà!
Colonnello, non voglio l'acqua, dammi il fuoco distruggitore!
Con il sangue di questo cuore la mia sete si spegnerà!
Colonnello, non voglio il cambio, qui nessuno ritorna indietro!
Non si cede neppure un metro se la morte non passerà!

Colonnello, non voglio encomi, sono morto per la mia terra,
Ma la fine dell'Inghilterra incomincia da Giarabub!

Categories: Share

Leave a Reply

A.N.C. - Archivio Non Conforme
È attiva la moderazione dei commenti, qualsiasi commento che contenga insulti, bestemmie e volgarità non sarà pubblicato. Inoltre lo staff di Archivio Non Conforme non è responsabile del contenuto dei commenti lasciati da terzi!
Grazie, lo staff