Background

Dario Bressan - Un cielo di ricordi

Questo cielo è infinito, la mia mente vola
Memoria forse di tempi andati o forse non so
Odo dei passi, non riesco a capire, odo delle voci, rumori di carri
Ed ora vanno, vanno lontano, erano, erano in agguato!

Là dove comincia il bosco, accanto a quelle rocce
Occhiate di sangue, il ricordo è vivo
Ascolto là il vento fra i cespugli e ramoscelli
E li odo avanzare di spada e pugnale!

Erano armati là dove sorge il ruscello tra rocce e cascate
Accanto a quel fuoco ancora caldo di vendetta
Ti ricordo più che mai e mai ti scorderò ed ora io spererò
Di vederti volare come un'aquila imperiale che osserva dall'alto e torna a sognare!

D vederti volare come un'aquila imperiale che osserva dall'alto e torna a sognare, e torna a sognare!
Di vederti volare come un'aquila imperiale che osserva dall'alto e torna a sognare, e torna a sognare!
Di vederti volare come un'aquila imperiale che osserva dall'alto e torna a sognare, e torna a sognare!

Categories: Share

Leave a Reply

A.N.C. - Archivio Non Conforme
È attiva la moderazione dei commenti, qualsiasi commento che contenga insulti, bestemmie e volgarità non sarà pubblicato. Inoltre lo staff di Archivio Non Conforme non è responsabile del contenuto dei commenti lasciati da terzi!
Grazie, lo staff